Era di fatto l'Under 21 spagnola quella in campo contro la Lituania, ma ai fini statistici e degli annali ieri Gonzalo Villar ha fatto il suo debutto nella nazionale maggiore. A Leganes il risultato finale è stato un rotondo 4-0 per le giovani Furie Rosse, con il romanista in campo per 74' e autore di un assist in occasione del raddoppio firmato dal milanista Brahim Diaz.

Di Guillamon, Miranda e Puado gli altri gol. Una bella soddisfazione per il ventitreenne di Murcia, a coronamento di una buona stagione in giallorosso. La gara avrebbero dovuto disputarla gli uomini di Luis Enrique, per prepararsi in vista dell'Europeo, ma la positività al Covid-19 di Sergio Busquets ha imposto cautela, perciò si è deciso di mandare in campo l'Under 21, reduce dalla rassegna continentale giovanile.

Nel frattempo, per farsi trovare pronto in caso di ulteriori contagi tra i suoi, Luis Enrique ha allenato ieri i cinque giocatori preallertati per le eventuali sostituzioni: si tratta di Rodrigo Moreno, Pablo Fornals, Carlos Soler, Brais Mendez e Raul Albiol. A loro si è aggiunto anche il portiere Kepa Arrizabalaga. «Siamo ottimisti - dice il direttore sportivo della Federazione spagnola José Molina - e seguiamo rigorosamente tutti i protocolli sanitari. La situazione nel ritiro è di tranquillità e normalità».

C'è invece preoccupazione nel ritiro della Svezia, che esordirà proprio contro la Spagna lunedì 14, dopo che Kulusevski e Svanberg sono risultati positivi al Covid-19. Lo ha reso noto la stessa Federazione svedese, specificando che non verranno chiamati altri calciatori, nella speranza che i due possano recuperare in tempi brevi. Insomma, la sfida tra le due squadre preoccupa la Uefa, che monitorerà attentamente l'evolversi della situazione.