Il Tribunale di Firenze ha condannato a un anno di reclusione, con pena sospesa, il professor Giorgio Galanti, unico imputato per la morte del calciatore della Fiorentina Davide Astori, avvenuta il 4 marzo 2018 mentre il giocatore si trovava in un albergo di Udine in ritiro con la propria squadra. Il medico era accusato di omicidio colposo per non aver valutato correttamente alcune anomalie emerse durante i controlli e per aver contestualmente rilasciato due certificati di idoneità sportiva al calciatore. Galanti è stato anche condannato ad un risarcimento danni per un ammontare complessivo di un milione e novantamila euro.