La Figc ha approvato, nel corso del Consiglio Federale odierno, ha approvato la norma "anti SuperLega". L'articolo 16 delle Noif (Norme organizzative interne federali) è stato modificato: "Ai fini della iscrizione al campionato la società si impegna a non partecipare a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla Fifa, dalla Uefa e dalla Figc. La partecipazione a queste competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute comporta la decadenza della affiliazione". Dunque, nel caso in cui venisse creata una competizione simile alla SuperLega, non potranno partecipare ai campionati organizzati dalla Federcalcio

"Non ci possiamo più permettere di avere la politica dei costi fuori controllo, per questo ho chiesto la possibilità dalla stagione 2021-22 di non superare l'80% dei costi rapportati al monte ricavi. Questo non significa bloccare l'economia di mercato, ma chi vuole spendere di più deve mettere a disposizione del sistema una garanzia fideiussoria che certifichi la sua possibilità di spendere", ha detto Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio.