"Glazer out" e "Decidiamo noi quando giocate". Questi alcuni degli striscioni portati al centro d'allenamento del Manchester United, oggi teatro della protesta di un gruppo di venti tifosi dei Red Devils. Non sono bastate le scuse di Joel Glazer, co-proprietario del club, per l'iscrizione alla Super Lega a calmare i dissapori nei suoi confronti da tempo molto diffusi. Questa mattina alle 9 (l'allenamento era previsto alle 10) i tifosi hanno bloccato le vie di accesso del centro di Carrington e hanno voluto incontrare l'allenatore Solskjaer per un colloquio. Come riporta il profilo Twitter Red Issue, lo stesso ad aver documentato l'evento, l'allenatore dopo una prima esitazione ha incontrato i sostenitori che lo stavano aspettando e con le sue dichiarazioni ha difeso la dirigenza e la figura di Glazer.