Dopo l'annuncio della SuperLega da parte di dodici club europei e le prime risposte dure delle istituzioni (previste sanzioni per i club fondatori), è arrivato un comunicato ufficiale della Fifa che chiarisce indipendentemente la propria posizione, dopo il comunicato congiunto:

"Alla luce delle numerose richieste dei media e come già dichiarato più volte, la FIFA desidera chiarire che è fermamente a favore della solidarietà nel calcio e di un modello di ridistribuzione equa che possa aiutare a sviluppare il calcio come sport, in particolare a livello globale, poiché lo sviluppo del calcio globale è la missione primaria della Fifa. La Fifa sostiene sempre l'unità del calcio mondiale e invita tutte le parti coinvolte in discussioni accese ad impegnarsi in un dialogo calmo, costruttivo ed equilibrato per il bene del gioco e nello spirito di solidarietà e fair play. La Fifa, naturalmente, farà tutto il necessario per contribuire a un modo armonizzato di procedere nell'interesse generale del calcio".

"Inclusività e finanza equa"

"Dal nostro punto di vista, e in conformità con i nostri statuti, ogni competizione calcistica, sia essa nazionale, regionale o globale, dovrebbe sempre riflettere i principi fondamentali di solidarietà, inclusività, integrità ed equa ridistribuzione finanziaria. Inoltre, gli organi di governo del calcio dovrebbero impiegare tutti i mezzi legali, sportivi e diplomatici per garantire che questo rimanga il caso. In questo contesto, la FIFA non può che esprimere la sua disapprovazione per una lega europea chiusa e separata al di fuori delle strutture calcistiche internazionali e che non rispetta i principi di cui sopra".