dalla liga

Spagna, i giocatori del Valencia lasciano il campo per un insulto razzista

L'episodio è accaduto durante la sfida contro il Cadice: i compagni di Diakhaby hanno protestato per 20 minuti interrompendo la gara

Diakhaby lascia il campo difeso dai compagni del Valencia

Diakhaby lascia il campo difeso dai compagni del Valencia

La Redazione
05 Aprile 2021 - 16:42

Episodio di razzismo in Liga. Al 29esimo della partita tra Cadice e Valencia la sfida ha subito un'interruzione di venti minuti dopo che i giocatori del Valencia sono usciti dal campo per protesta in seguito a un insulto razzista rivolto al centrale del Valencia Diakhaby da parte di un avversario, il difensore del Cadice Cala.

L'episodio è accaduto dopo uno scontro di gioco avvenuto nell'area del Valencia: dopo l'offesa Diakhaby ha rincorso il suo avversario fino al centro del campo prima di essere trattenuto da alcuni giocatori. Il difensore ha spiegato ai suoi compagni quanto successo, e i giocatori del Valencia hanno deciso di abbandonare il campo per protesta.

L'interruzione della partita è durata circa 20 minuti, dopo i quali la sfida è ripresa. Il terzino e capitano del Valencia Josè Gayà a fine partita ha raccontato che i calciatori del Valencia sono stati obbligati a rientrare per evitare la sconfitta a tavolino, anche se Diakhaby non ha ripreso a giocare ed è stato sostituito: "Diakhaby ci ha chiesto di continuare a giocare, non lo avremmo fatto se non ce lo avesse detto. Ha detto che lui non se la sentiva di continuare a giocare, è devastato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA