Si attendeva da alcuni giorni la decisione della Commissione disciplinare della Fifa, chiamata ad analizzare il caso del Presidente della Federazione calcistica palestinese, Jibril Rajoub, che lo scorso giugno aveva incitato i tifosi arabi a bruciare i poster e le maglie del giocatore argentino Lionel Messi: la protesta era volta a impedire all'Argentina di giocare un'amichevole con Israele in preparazione ai Mondiali di Russia 2018.

Stando a quanto riportato dall'ANSAla Commissione disciplinare della Fifa ha deciso oggi di bandire per un anno da ogni manifestazione calcistica il Presidente della Federazione palestinese, con l'accusa di aver incitato all'odio e alla violenza contro il numero 10 e capitano dell'albiceleste, Lionel Messi.

La protesta dei palestinesi aveva comunque spinto la Federazione argentina a cancellare l'amichevole in Israele, portando gli israeliani a chiedere l'intervento della FIFA.