Nonostante i numerosi colpi già fatti in quel ruolo, in Italia prosegue senza sosta la caccia al centrocampista centrale. Inter, Juventus e Napoli sono tra le più attive su questo fronte e hanno già da tempo orientato i propri radar sulla Russia e sui Mondiali. Per quanto riguarda i nerazzurri, Spalletti ha chiesto ad Ausilio due rinforzi nella zona nevralgica del campo. Il primo, Nainggolan, è stato ufficializzato ieri. Il secondo potrebbe essere un suo connazionale, quel Mousa Dembélé che, a differenza sua, la Coppa del Mondo la sta vivendo in prima persona, anche se da comprimario (poco più di quindici i minuti sin qui disputati). Attratto anche dalle sirene cinesi, il trentenne mancino gradirebbe un trasferimento a Milano, ma l'Inter deve scontrarsi con la valutazione di trenta milioni di euro fatta dal Tottenham, nonostante al calciatore resti un solo anno di contratto. La squadra londinese a oggi sembra poco incline a prendere in considerazione contropartite tecniche di medio cabotaggio (si è parlato di Joao Mario e Karamoh). La seconda scelta è rappresentata da William Carvalho. Il portoghese è ai ferri corti con lo Sporting, ma non c'è ancora una certezza assoluta sulla sua posizione contrattuale con i lusitani (il calciatore vorrebbe la rescissione unilaterale). A Milano stanno valutando se offrire comunque un indennizzo ai biancoverdi per non rischiare sanzioni future. Per quanto riguarda l'attaccante esterno, altra richiesta del tecnico toscano, con il Bordeaux si continua a lavorare per Malcom. C'è accordo sulla cifra dell'operazione (circa 40 milioni più bonus), ma non ancora sulla formula della stessa.

Le mosse di Juve e Napoli

Nel ruolo di esterno basso, l'Inter ha subìto lo smacco Cancelo. Il terzino portoghese andrà alla Juventus (visite mediche in corso). Il club bianconero ha raggiunto l'intesa con il Valencia sulla base di 40 milioni di euro. Ne chiede dieci in meno il Cska Mosca per Golovin. Le buone prestazioni al Mondiale si sono rivelate un boomerang per la dirigenza torinese che aveva effettuato un rilancio nei giorni scorsi, avvicinandosi all'iniziale richiesta da 25 milioni di euro. Ma la squadra russa, sfruttando come sponda alcuni sondaggi dall'Inghilterra, ha alzato il tiro fino a 30 milioni. In difesa, con Benatia e Rugani in bilico, si valuta la situazione di Godin. La clausola rescissoria da 20 milioni non spaventa Marotta e Paratici che, tuttavia, devono sperare in richieste economiche del giocatore inferiori ai 7-8 milioni a stagione attualmente percepiti all'Atletico. A proposito di Madrid, Kovacic nei giorni scorsi ha manifestato la sua volontà di lasciare il Real. Sulle sue tracce ci sarebbe il Napoli. Accostato in passato anche alla Roma e alle due milanesi, il centrocampista croato ha molto mercato in Inghilterra, dove Manchester United e Tottenham già la scorsa stagione avevano effettuato sondaggi concreti con i blancos e con l'entourage dell'ex calciatore dell'Inter.