La prima partita della Coppa del Mondo dallo Stadio Luzhniki di Mosca sarà visibile in chiaro alle ore 17:00 su Canale 5. La Fifa ha annunciato nei giorni scorsi che la cerimonia d'apertura del Mondiale inizierà mezz'ora prima del match d'apertura. Appuntamento dunque per le 16:30, con la cerimonia ideata dallo specialista Felix Mikhailov, che avrà come ospieti speciali il cantante pop Robbie Williams, la soprano Aida Garifullina (impegnata in un duetto con l'ex membro dei Take That) e Ronaldo "il Fenomeno"

In campo, poi, si sfideranno le due outsider del Gruppo A: la Russia padrona di casa e l'Arabia Saudita. I russi si presentano a questa prima partita con un grande punto interrogativo sulla difesa, che non è mai apparsa irreprensibile nelle amichevoli disputate in questi due anni. Uniche certezze sono Dzagoev, Golovin e il bomber del Krasnodar, Smolov. L'Arabia Saudita invece punta molto sul talento di Al-Sahlawi, ma la qualificazione al Mondiale è sicuramente di per sè un grande traguardo: i sauditi hanno confermato il loro percorso di grande crescita nell'ambito sportivo (voluta dall'erede al trono Muhammad bin Salman Al-Saud e coadiuvata dalla massima autorità sportiva Turki al-Sheik), dopo aver ospitato anche la maggiore compagnia del wrestling americano, per un evento speciale che ha avuto un'enorme eco mediatica. Una sfida tra due nazionali che sembrano avere poche chance in questo Mondiale, ma che rappresentano due delle più grandi potenze economiche, militari e industriali del mondo. Pronostico favorevole per la Russia, visto che nelle 20 edizioni precedenti nessuna squadra ospitante ha mai perso il proprio primo incontro (15 vittore e 6 pareggi, calcolando sia il Giappone sia la Corea del Sud nel 2002). Grande interesse, inoltre, per l'esordio del VAR ai Mondiali, con la direzione della squadra arbitrale italiana (ritenuta la più esperta nell'utilizzo della tecnologia): Irrati (VAR) e Orsato (AVAR) aiuteranno il fischietto argentino Néstor Pitana. Queste le probabili formazioni:

RUSSIA (4-5-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Zhirkov; Samedov, Gazinsky, Dzagoev, Zobnin, Golovin; Smolov. Allenatore: Cherchesov.

ARABIA SAUDITA (4-2-3-1): Al-Owais; Al-Shahrani, O.Hawsawi, M.Hawsawi, Al-Harbi; Al-Faraj, Otayf; Al-Dawsari, Al-Muwallad, Al-Jassim; Al-Sahlawi. Allenatore: Pizzi.

Arbitro: Néstor Pitana (Argentina)
VAR: Massimiliano Irrati
AVAR: Daniele Orsato