Non si placano le polemiche a distanza sull'infortunio di Momo Salah. Le recenti dichiarazioni di Sergio Ramos hanno alimentato nuovamente il fuoco delle polemiche e in una lunga intervista concessa a Marca l'attaccante egiziano ha commentato con sferzante ironia le parole del difensore spagnolo. "Ora sto meglio, spero di essere disponibile per la prima partita contro l'Uruguay, ma dipende da come mi sentirò i giorni precedenti la gara. Quello che è successo a Kiev è stato il peggior momento della mia carriera. Quando sono caduto, ho provato un mix tra dolore e preoccupazione, ma anche rabbia e tristezza per non poter continuare a giocare la finale. Poi ho pensato che avrei potuto saltare il Mondiale e questo mi ha devastato. Non so se è stata un'azione normale. Sergio Ramos ha detto che sono stato io a prenderlo per il braccio e che con un'infiltrazione avrei potuto continuare? Divertente. E' sempre positivo che chi prima ti ha fatto piangere, poi ti faccia ridere. Forse può anche dirmi se sarò pronto per il Mondiale (ride, ndr). Mi ha mandato un messaggio, gli ho risposto, ma non gli ho mai detto che stavo bene".