"La Roma ha un organico che sulla carta è da prime quattro". Lo ha detto Pasquale Foggia, ex calciatore e attuale direttore sportivo del Benevento. Nel giorno della sfida contro la squadra di Fonseca ha rilasciato delle dichiarazioni tuttomercatoweb.com, elogiando anche le qualità dei giallorossi. Eccone un estratto.

Soddisfatto del mercato del Benevento?
"Personalmente mi ritengo soddisfatto. Siamo riusciti a prendere i giocatori che volevamo e rappresentavano le prime scelte".

Rimpianti?
"L'unico rammarico è Remy. Lo avevamo preso a fine campionato scorso e con delle tempistiche giuste. Poi non è dipeso da noi...".

Un altro rimpianto è Llorente?
"Ci eravamo portati un po' avanti nel parlare. Poi non ci sono state le condizioni per una questione di liste. Per fare posto a lui avremmo dovuto mandare via altri giocatori".

Già, le liste. E ora si parla di allargarle.
"Bisognava pensarci prima. Le difficoltà si conoscevano già".

La partita di oggi la vive un po' come un derby personale?
"Da calciatore ne ho vissuti tanti. E si, incontrare la Roma a me fa sempre un certo effetto".

Come vede i giallorossi?
"Squadra forte, allenata bene. E Fonseca mi piace. Poi l'organico ha individualità fenomenali. Basti pensare a Pedro, Dzeko, Ibáñez, Pellegrini e tanti altri. Sulla carta è tra le prime quattro. Sono le classiche partite sulla carta proibitive ma proveremo a fare del nostro meglio e a mettere in difficoltà la Roma".