Prosegue il casting a centrocampo in casa Napoli. In attesa di definire in toto la trattativa con il Manchester City per la cessione di Jorginho sulla base di 50 milioni di euro, il club azzurro lavora su più tavoli per reperire un sostituto all'altezza del regista italo-brasiliano. Nelle ultime ore è tornato di forte attualità il nome di Torreira. A Milano c'è stato un incontro tra il direttore sportivo azzurro Giuntoli, il suo omologo alla Sampdoria Osti e l'avvocato Romei, braccio destro di Ferrero. Una riunione positiva durante la quale il Napoli si è detto disposto a pagare qualcosa in più rispetto alla clausola rescissoria da 25 milioni di euro (circa 30 milioni), ottenendo in cambio una rateizzazione maggiore. Una mossa dettata anche da alcune complicazioni sul fronte Fabian Ruiz. Messo in allarme dal pressing azzurro e dell'Atletico Madrid, il Betis Siviglia ha proposto al ventiduenne un adeguamento contrattuale che, oltre a uno stipendio maggiore, provocherebbe anche l'aumento della clausola da 30 milioni a 45-50 milioni di euro. Pausa di riflessione, invece, sul fronte Rui Patricio. Raggiunta un'intesa di massima con il giocatore e con lo Sporting CP, il portiere trentenne non ha ancora del tutto convinto Ancelotti che continua a monitorare la situazione di Areola, in scadenza a giugno 2019. Il venticinquenne francese ha il timore di fare il secondo in caso di arrivo di Buffon e per questo motivo sta temporeggiando sul fronte rinnovo, dopo aver espresso già il suo gradimento all'ipotesi Napoli.

Falcao, assist al Milan

Alla ricerca di rinforzi importanti in attacco, il Milan spera di trovare una sistemazione ad André Silva (Monaco, Lazio e Wolverhampton, che segue anche Patricio, sulla punta) e tramite il suo agente, Jorge Mendes, è tentato dalla suggestione Falcao. «Ho letto e sentito dell'interesse del Milan, è un onore che un club così mi segua. Seguo il calcio italiano – ha detto l'ex Porto dal ritiro della Colombia – i rossoneri sono il secondo club al mondo per numero di Champions vinte. Attualmente sono legato al Monaco e penso al mio club e alla Nazionale, ma è chiaro che l'Italia e il calcio italiano mi piacciono». Restando sul fronte offensivo, di recente è emersa anche la candidatura di Higuain, accostato a numerose squadre da quando è finito sul mercato. La suggestione rossonera nasce dall'interessamento reale della Juventus per Romagnoli e Bonaventura. Chelsea e Psg sembrano in questo momento le opzioni più concrete per il Pipita, anche se, tra indizi social e spifferi di corridoio, tiene ancora banco la suggestione di uno scambio con Icardi.