"Ho scavalcato una recinzione di due metri e poi sono saltato giù da una rampa di scale". Ieri sera il Barcellona ha battuto il Mallorca in trasferta con un secco 4-0. Nel corso della partita però, giocata a porte chiuse a causa delle misure preventive anti-Covid, un tifoso ha invaso il campo da gioco. Era il 53' quando il direttore di gara si è visto costretto a interrompere il gioco per permettere che la sicurezza lo fermasse.

"Ho scattato alcune foto - ha dichiarato a Cadena Cope il francese residente in Spagna che indossava la numero 10 dell'Argentina de La Pulga - ma la polizia ha controllato il mio telefono e ho dovuto cancellare tutto. Volevo assolutamente una foto con Messi, è il mio idolo. Ne ho fatta una con Jordi Alba, ma non sono riuscito a raggiungere Leo. Sono arrivato allo stadio intorno al 40'. Ho scavalcato una recinzione di due metri e poi sono saltato giù da una rampa di scale. Quindi sono stato in grado di raggiungere il campo. Ho avuto le palle per farlo, ma alla fine non ne ho ricavato nulla. Non ho intenzione di dare il mio nome. Penso che saranno intraprese azioni legali nei miei confronti. Ho dato alla polizia il mio nome e quello di mio padre. Sarò multato comunque".