Via libera formale alla Coppa Italia, ma slitta la ripresa del calcetto e degli sport di contatto amatoriale. È questo il contenuto del nuovo Dpcm, presentato oggi dal Premier Conte, che dà il via alla Fase 3. "A decorrere dal 12 giugno 2020 gli eventi e le competizioni sportive - si legge nel testo del decreto - sono consentiti a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico". Niente da fare invece per lo sport amatoriale: doveva ripartire lunedì 15 giugno, ma per il via libera bisognerà attendere il 25 dello stesso mese. 

Da domani torna quindi ufficialmente il calcio in Italia, con la prima delle due semifinali di ritorno della Coppa Italia, Juventus-Milan, in programma alle ore 21.

Dopo oltre tre mesi tornano il calcetto e gli sport di contatto. È questa una delle anticipazioni del prossimo Dpcm che verrà varato dal Premier Conte e che aprirà la cosiddetta Fase 3, che durerà fino al 14 luglio. Tra le diverse disposizioni, il decreto dà infatti il via libera agli sport di squadra e di contatto a partire da lunedì 15 giugno. Questo il testo presente nella bozza del decreto: "A decorrere dal 15 giugno 2020 è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto nelle regioni e province autonome che abbiano preventivamente accertato, d'intesa con il ministero della Salute e dell'autorità di governo delegata in materia di sport, la compatibilità delle suddette attività con l'andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori, in conformità con le linee guida di cui al periodo precedente per quanto compatibili".

di: La Redazione