L'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport. Questo un piccolo estratto delle sue parole:

«Il giorno prima della partita a Valencia stavo male, il pomeriggio della partita anche peggio. Non avevo la febbre, ma mi sentivo a pezzi. Vicino c'era un ospedale, di notte pensavo: "Se vado lì dentro, cosa mi succede? Non posso andarmene ora, ho tante cose da fare". Avevo perso il gusto, ho rispettato il distanziamento da moglie e figli. Senza febbre non ho mai fatto il tampone, dieci giorni fa i test sierologici hanno confermato che ho avuto il Covid19».

Teme la Roma?
«È un'ottima squadra e mi piace Fonseca. Nei due scontri diretti abbiamo dimostrato di essere più forti. Io non guardo la Roma, ma l'Inter che sta davanti. Se vinciamo il recupero avremo la stessa distanza tra chi ci precede e chi ci segue. E io guardo avanti».