Il Sedici sta chiudendo le valigie. Niente costumi e infradito, ma indumenti pesanti perché a Buenos Aires è pieno inverno, ci sarà bisogno di coprirsi per evitare raffreddori e, pure, per nascondere quel cuore che chissà come andrà in tachicardia. Daniele De Rossi è atteso da un popolo in festa, quello del Boca, qualcosa in più di una semplice squadra e il Barcellona se ne faccia pure una ragione. Il Sedici, come peraltro era stato sempre un suo desiderio, vestirà la maglia del Boca, la numero Sedici, come qui, per otto mesi, contratto da mezzo milione di euro, poi si vedrà.

La partenza

Se non ci saranno sorprese, partirà durante il weekend, aeroporto di Fiumicino, volo diretto, compagnia battente bandiera Alitalia. Ad attenderlo ci sarà il suo vecchio amico Nicolas Burdisso, el bandito, oggi direttore sportivo del Boca, l'uomo che più di chiunque altro ha creduto nella possibilità di portare il Sedici a Buenos Aires perché conosce sin troppo bene i valori e il cuore di un uomo come Daniele De Rossi. Probabilmente volerà da solo Daniele. La moglie Sara e i figli per ora rimarranno a Roma, lo raggiungeranno nelle prossime settimane ma non è detto che rimangano per tutti i mesi del contratto del biondo di Ostia. A Baires c'è un fermento enorme per l'arrivo del primo giocatore italiano di grande nome da quelle parti, un campione che fa il viaggio al contrario rispetto a tutti i grandi argentini che l'Atlantico lo hanno attraversato per sbarcare nel ricco calcio europeo. Il Boca, anche se non l'ha ancora ufficializzata, ha già programmato la presentazione ufficiale di De Rossi per lunedì mattina, una conferenza stampa che vedrà presente tutta la stampa sudamericana e che pure qui sarà seguita con il cuore che batterà forte.

L'esordio

Quando saremo costretti a vederlo con una maglia diversa dalla nostra? Sia chiaro, siamo felici per lui, ma non sarà facile vederlo vestito di blu e (almeno) giallo. La prossima partita in programma del Boca è fissata per giovedì prossimo, turno d'andata degli ottavi di finale di Coppa Libertadores, in trasferta, contro i brasiliani dell'Athletico Paranaense. De Rossi non ci sarà. Non solo perché avrà bisogno di qualche giorno per conoscersi con i compagni, ma perché non può più essere inserito nella lista di Libertadores, per lui sarà possibile, nel caso il Boca passasse, dai quarti di finale in poi. Quattro giorni dopo, inizierà la prima giornata del campionato argentino e il Boca il ventinove sarà in campo, nella mitica Bombonera, contro l'Huracan. De Rossi sarà in tribuna, poi dalla seconda di campionato, cinque agosto in trasferta sul campo del Patronato, potrà cominciare a giocare. L'esordio per il Sedici probabilmente, comunque, ci sarà alla terza, in quella Bombonera che lo ha sempre affascinato, contro l'Aldovisi. E li comincerà un'altra storia. In Boca al Lupo, campione.