Daniele Frongia, assessore allo sport di Roma Capitale, è stato nominato commissario straordinario per Euro 2020 a Roma. L'ordinanza è stata firmata dalla sindaca Virginia Raggi. Con la nuova carica, Frongia sarà il referente istituzionale per le relazioni tra il Comune e gli organi sportivi italiani e internazionali, come il Coni, la Uefa e la Figc. «Coordinerò tutte le attività per preparare gli appuntamenti del giugno 2020», ha detto l'assessore in un'intervista a La Gazzetta dello Sport. «E lavorare per realizzare le fan zone durante i giorni di partite. La fan zone è una zona molto ampia, dai Fori Imperiali a Piazza del Popolo. Però la vera scommessa sarà coinvolgere tutta la città, non solo il centro storico e il Foro Italico. L'Europeo vivrà anche in periferia, per esplicita volontà della sindaca Raggi. Stiamo studiando diverse iniziative».

Lo Stadio Olimpico la prossima estate ospiterà la partita inaugurale della manifestazione, alcune partite del Gruppo A del torneo e un quarto di finale. L'edizione 2020 sarà la prima itinerante dei campionati europei di calcio. Le sedi delle partite, oltre a Roma, saranno Baku (Azerbaigian), con cui Roma è gemellata all'interno della manifestazione, Monaco (Germania), San Pietroburgo (Russia), Amsterdam (Olanda), Bilbao (Spagna), Bucarest (Romania), Budapest (Ungheria), Copenhagen (Danimarca), Glasgow (Scozia). Intanto, venerdì era l'ultimo giorno disponibile per l'acquisto dei biglietti durante la prima fase, che prevede la scelta delle partite e un'assegnazione casuale tra tutti i richiedenti. Secondo i dati finora diramati, oltre 15 milioni di biglietti sono già stati richiesti: gli appassionati scopriranno se potranno partecipare o meno alle partite entro metà agosto.