Il tormentone Mauro Icardi continua a tenere banco. Privato della fascia da capitano e messo ai margini nell'ultima parte della scorsa stagione, l'attaccante argentino non rientra nei piani di Antonio Conte che ne ha avallato la cessione nel corso delle prime riunioni di mercato con Ausilio e Marotta. Obiettivo concreto della Juventus, il numero nove nerazzurro è stato accostato anche al Napoli e alla Roma e starebbe meditando di fare causa all'Inter

Secondo La Repubblica, infatti, il calciatore ha stabilito dei contatti preliminari con legali esperti di diritto del lavoro per valutare se ci siano i margini per chiedere al collegio arbitrale della Serie A la rescissione del contratto valido fino al 30 giugno del 2021 e liberarsi così gratis durante questa sessione di calciomercato. Puntando anche sul precedente di Pandev, svincolatosi dalla Lazio proprio per vestirsi di nerazzurro, i legali potrebbero sottoporre al collegio alcuni comportamenti dell'Inter, su tutti la rimozione come capitano, la mancata convocazione contro la Lazio il 31 marzo, l'isolamento nello spogliatoio, il braccio di ferro che ha portato al mancato rinnovo del contratto. Secondo il quotidiano, tuttavia, le possibilità di vittoria sarebbero risicate, anche perché Icardi si rifiutò di rispondere alla convocazione di Spalletti dopo l'episodio della fascia.