237 chilometri orari. Come riporta il Mundo Deportivo, sembra essere questa la folle velocità a cui  viaggiava Jose Antonio Reyes prima di perdere la vita. A questo va aggiunta anche la scarsa manutenzione della macchina, una Mercedes Brabus S550 da 380 cavalli, che non era utilizzata da tempo e aveva evidentemente perso la pressione nelle gomme. Proprio l'esplosione di una di queste ha causato l'incidente fatale per il giocatore 35enne e per suo cugino che percorrevano l'A376, autostrada spagnola con limite di velocità fissato a 120 km/h. Secondo quanto riportato dal giornale catalano, l'unico ad aver avuto accesso al verbale della polizia, l'auto che viaggiava quasi al doppio del limite sarebbe finita fuori strada e avrebbe terminato la sua corsa in fiamme a 200 metri dal punto di impatto.

Ieri al Pizjuan, stadio del Siviglia, è stata allestita la camera ardente dove, ad una nutrita schiera di tifosi, si sono uniti al cordoglio anche Florentino Perez e Sergio Ramos, ex compagno di squadra.