In vista della finale di Champions League di questa sera contro il Tottenham Hotspurs, Alisson Becker, portiere del Liverpool ed ex Roma, ha parlato a "La Repubblica" sulla sfida che lo aspetta e sui suoi anni passati in giallorosso.

Sente di essere stato decisivo per il Liverpool?
"[…] L'anno scorso a Roma ho giocato anche meglio, ho fatto più parate e più belle, ma non ho portato a casa nulla. Questo significa che quello che conta davvero è il lavoro di squadra […]"

A Liverpool è felice?
"Sì, sto molto bene anche se rispetto a Roma, dove ho lasciato il cuore e i miei ricordi migliori, è tutto molto diverso, il modo di pensare, di giocare e di vivere. Solo la passione dei tifosi è identica"

Quali parole userebbe se dovesse spiegare perché ci sono quattro squadre inglesi in finale nelle coppe europee?
"Comincio col dire che non è così vero che tra noi e voi ci sia così tanta differenza, lo dimostrano la Juventus e la Roma dello scorso anno. La differenza non sta nella qualità dei giocatori, ma nella loro intensità. Qui è la stessa sia in allenamento che in partita".