Dopo la vittoria in trasferta per 1-2 sul campo del Napoli ha parlato ai microfoni di Sky l'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini. Queste le sue parole.

"Giovedì prossimo abbiamo una partita importante, ma sapevamo che una vittoria in trasferta su un campo così ci avrebbe dato il diploma per giocarci la Champions League. Ora siamo a pari punti col Milan, possiamo giocarcela per la Champions, anche se abbiamo lo scontro diretto sfavorevole".

"Questa è una squadra che ora resetterà, riposerà e da mercoledì penserà alla gara con la Fiorentina. Andare a giocare una finale a Roma sarebbe un traguardo per tutta la città. Stare dentro con la testa è più importante che allenare i muscoli. Obiettivi? Per me sarebbe il quarto anno consecutivo che arrivo in Europa. Nel pensare comune valgono solo scudetti e coppe, invece si possono raggiungere dei traguardi anche con squadre come l'Atalanta. La Champions sarebbe straordinaria, ma anche la Coppa Italia eh, visto che siamo lì… Abbiamo vinto con la Juve ai quarti di finale, oggi abbiamo vinto a Napoli e ci siamo conquistati il diritto di giocarci la Champions fino alla fine".