La Guardia di Finanza perquisisce le sedi della Juventus a Milano e a Torino: sotto indagine i bilanci societari approvati negli anni dal 2019 al 2021. A renderlo noto un comunicato della Procura della Repubblica, che specifica: "Allo stato, le attività sono volte all'accertamento di ipotesi di reato di false comunicazioni delle società quotate ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, nei confronti del vertice societario e dei direttori delle aree business, financial e gestione sportiva. Al vaglio  - continua il comunicato - vi sono diverse operazioni di trasferimento di giocatori professionisti e le prestazioni rese da alcuni agenti coinvolti nelle relative intermediazioni. È altresì ipotizzato a carico della società il profilo di responsabilità amministrativa da reato, previsto qualora una persona giuridica abbia tratto vantaggio dalla commissione di taluni specifici illeciti". Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Andrea Agnelli, Pavel Nedved, Fabio Paratici e altri tre membri dell'area commerciale sono indagati per falso in bilancio e si tratterebbe di movimenti di circa 50 milioni di euro.