«Fse può confermare che i tifosi in trasferta potranno assistere alle partite delle competizioni europee per club dalla prossima settimana. Potrebbero ancora essere applicate restrizioni locali ed essere necessari requisiti per i viaggi», la notizia è stata anticipata dal tweet della Football Supporters Europe, organizzazione che rappresenta i tifosi e che tiene consultazioni periodiche con le istituzioni della Uefa e che aveva spinto per questa soluzione: i tifosi potranno quindi tornare ad assistere alle trasferte europee delle rispettive squadre nel 2021/22. Finora la Federcalcio internazionale, che ha confermato la decisione in serata con un comunicato, aveva vietato ai tifosi di prendere parte alle sfide in trasferta nelle competizioni, comprese le partite delle tre (da quest'anno) competizioni. La restrizione - compatibilmente con le indicazioni di ogni governo in ogni Paese - ora verrà meno, anche per le nazionali (quindi dalla prossima sosta).

«Considerando i diversi regolamenti applicati dai membri nei territori dei membri Uefa è stato deciso di non applicare più il Mhhrrs - si legge al punto 5 del comunicato - ma di lasciare ogni decisione riguardante gli spettatori alle autorità competenti di riferimento. La sezione rilevante riguardo l'ammissione degli spettatore nel protocollo Uefa Return to Play è modificata di comune accordo. Inoltre, in linea con le modifiche al Protocollo, il cambio di biglietti per i tifosi ospiti non è più vietato. Verranno ripristinate le procedure standard. Il 5% della capacità totale degli stadi verrà riservata ai tifosi della squadra in trasferta, con la responsabilità di ogni decisione sul tema che passa alle autorità competenti». Una buona notizia, dunque, con i tifosi romanisti potranno seguira la squadra giallorossa negli impegni di Conference League con Cska Sofia, Zorya Luhansk e Bodo/Glimt.

Prosegue intanto la vendita dei biglietti per la prima gara nella nuova competizione europea col Cska, con l'apertura alla vendita libera dei settori riservati agli abbonati (Curva Sud centrale e laterale e Distinti Sud che non sono andati esauriti nella prima fase): finora 16 mila tagliandi staccati. Roma-Sassuolo, invece, per ora fa registrare 24.000 unità.