Dopo l'esonero di Lopetegui, il Real Madrid ha deciso di affidare "provvisoriamente" la panchina a Santiago Solari e di valutare nelle prossime settimane la candidatura di Roberto Martinez che ha sorpassato, anche se non definitivamente battuto, Antonio Conte. Proprio quando tutte le strade sembravano portare all'ex Juventus, infatti, prima di imboccare l'ultima curva verso il rettilineo finale la trattativa ha incontrato degli ostacoli molto importanti, legati anche ma non solamente all'aspetto economico. La turbolenta separazione estiva dal Chelsea ha avuto come ingombrante corollario un contenzioso riguardante la penale presente sul contratto dell'allenatore salentino che non vuole rinunciare quasi a nulla.

Anche sul fronte Real, ci sono state delle difficoltà a trovare la quadratura del cerchio sotto il profilo economico, ma non solo. Le ultime indiscrezioni provenienti dalla Spagna parlano addirittura di una corrente importante anti Conte all'interno dello spogliatoio. Reduce dalla convivenza londinese con l'ex Ct azzurro, Courtois avrebbe messo in guardia i senatori sui metodi d'allenamento molto rigidi sperimentati con la maglia dei Blues. E c'è chi parla anche di una pessima pubblicità fatta da Diego Costa al suo storico nemico durante una chiacchierata con i compagni di nazionale. Sull'altro fronte della trattativa, invece, Conte ha chiesto un controllo importante sulle scelte di mercato che il Real non era intenzionato a concedergli. A tal proposito, la richiesta di un attaccante centrale e di un difensore di livello internazionale per passare alla linea a tre avrebbero suggerito alla dirigenza blanca di prendere tempo per fare ulteriori valutazioni. Brusca frenata, dunque, anche se non ancora definitiva.