Roma saluta uno dei suoi figli più illustri. Si sono svolti nella tarda mattinata di oggi, nella chiesa degli artisti in Piazza del Popolo, i funerali di Gigi Proietti. In tempi normali la piazza sarebbe stata gremita, oggi i presenti si sono dovuti arrangiare: tutti gli ingressi, da quello della stazione Flaminio a via del Corso, erano transennati e sorvegliati da agenti che impedivano l'afflusso. Le restrizioni non hanno comunque impedito alla gente di dare l'ultimo saluto al grande Gigi: in centinaia hanno atteso e applaudito il passaggio del feretro alla fine della cerimonia e durante il corteo funebre che ha attraversato Piazza del Campidoglio, Via del Corso, Via del Tritone, Piazza Barberini, via Veneto e infine il Globe Theatre a Villa Borghese.

Non poteva mancare l'ultimo saluto della Roma: alla cerimonia era presente una piccola delegazione della società giallorossa, tra cui Bruno Conti, che ha deposto una corona di fiori gialli e rossi. All'ingresso della chiesa presente anche uno stendardo con lo stemma della RomaAlcuni tifosi giallorossi hanno esposto uno striscione a piazza del Popolo: "Me viè da piagne... Ma che sarà... Ciao Gigi, esempio di romanità!".