La vita di un'azienda si dispiega inevitabilmente in un intricato labirinto fatto di regole e norme burocratiche in cui è molto facile perdersi e che, talvolta, può rivelarsi fatale. Per questo oggi parleremo di chi è in grado di indicare la via verso una comoda e luminosa uscita: Amplia S.R.L.

L'azienda supporta le imprese affiancando loro un team altamente specializzato. Supporto sul campo e servizi di formazione che preparano le aziende ad affrontare tutti gli aspetti legati alla sicurezza sul lavoro e alla corretta gestione dei sistemi informatici, della privacy e dei percorsi di implementazione per quanto riguarda la sicurezza alimentare. Tutti i consulenti sono a completa disposizione e hanno come obiettivo comune quello di far crescere la vostra impresa.

Come si sa il mancato adempimento agli obblighi legislativi (rif. D.Lgs 81/08 e s.m.i.) non comporta solo sanzioni
pecuniarie specifiche e sanzioni di sospensione dell'attività lavorativa ma, in caso di incidente, comporta conseguenze
penali a carico del datore di lavoro e amministrative a carico dell'azienda.

Ma la sicurezza sul lavoro non è solo questo: da ricerche INAIL risulta che il costo totale dei soli infortuni sul lavoro è, in Italia, di 45 miliardi di euro: pari al 3% del PIL. Questo costo è calcolato al netto delle malattie professionali, degli infortuni in itinere, nonché dei costi relativi al lavoro irregolare: la stima qui riportata è quindi ampiamente per difetto. Il 60% di questi costi sono a carico delle imprese.Nel 2019 le denunce di infortunio presentate all'Inail sono state 641.638, 915 in più rispetto alle 640.723 del 2018 (+0,1%).Le denunce di malattia professionale protocollate dall'Inail nel 2019 sono state 61.310; 1.725 in più rispetto allo stesso
periodo del 2018 (+2,9%).

Quasi 1000 vittime sul lavoro, in tutta Italia. Una tragica situazione sulla quale non possiamo più chiudere gli occhi.Si consideri che all'azienda la giornata persa per infortunio costa 5,5 volte in più di una normale giornata lavorativa e che gli incidenti si verificano con maggior frequenza e gravità nelle piccole realtà produttive. La non sicurezza spesso presenta il conto con un'unica parcella e con costi occulti che, alla lunga, distruggono l'impresa.

È vero: il lavoro nobilita l'uomo, ma spesso tornare a casa indenni è solo una questione di fortuna.

Una strategia di sicurezza e salute in azienda:
• contribuisce a dimostrare che l'azienda è socialmente responsabile;
• protegge e arricchisce l'immagine e il valore del marchio;
• aiuta a ottimizzare la produttività dei lavoratori;
• fa aumentare l'impegno dei dipendenti nei confronti dell'azienda;
• crea una forza lavoro più competente e più sana;
• riduce i costi aziendali dovuti anche alle interruzioni dell'attività;
• consente alle aziende di soddisfare le aspettative dei clienti in materia di sicurezza ed idoneità tecnico
professionale;
• incoraggia la forza lavoro a rimanere in attività più a lungo.
• Ogni impresa può trarre vantaggi significativi dagli investimenti nella sicurezza.

La sicurezza non può essere una questione di fortuna. Non sottovalutare la sicurezza, contattaci per una consulenza.