Anche se non affascina proprio tutti i tifosi della Roma, l'aspetto non è secondario. Anzi, è del tutto evidente quanto sia importante e stiamo parlando dei possibili introiti nelle casse della società in caso di qualificazione ai quarti di questa edizione della Champions. La gara con il Porto per la Roma vale sicuramente 10 milioni e mezzo, che si andranno a sommare ai più di tre milioni di incasso relativi al botteghino per la partita di andata del 12 febbraio scorso e per la percentuale spettante dalla gara di ritorno al Do Dragao. Non le cifre record registrate lo scorso anno con Barça e Liverpool, ma un gruzzolo di tutto rispetto. Se la Roma andasse a casa, invece, resterebbe con il cerino in mano, visto che non esiste alcun paracadute per le squadre eliminate. Ma le voci degli introiti derivanti da questi Ottavi di finale non si fermerebbero qui: passando il turno alla Roma spetterebbero di diritto anche altri proventi, quelli del market pool. Impossibile quantificarne la cifra al momento, ma il dato rilevante è che se la Juve dovesse essere eliminata ad opera dell'Atletico Madrid, la Roma farebbe bingo e incasserebbe tutta la cifra destinata alle italiane rimaste e non dovrebbe dividerla con nessuno.

Già 50 milioni incassati

Dai gironi e con il passaggio agli Ottavi la Roma ha già incassato più di 50 milioni tra bonus di partecipazione, risultati, ranking storico e market pool. Quest'ultimo aumenterebbe in base al numero di partite giocate (questo turno garantirà massimo un milione e mezzo di euro). Nella passata stagione la Roma ha incassato dall'Uefa più di 83 milioni di euro. Nello scenario più ottimista di ripercorrere la strada della passata edizione della Coppa dalle grandi orecchie, peraltro, la Roma vedrebbe aumentare e neanche di poco il "montepremi" della scorsa stagione. Quest'anno, infatti, ripetere l'exploit semifinale significherebbe maggiori incassi: con 12 milioni riservati da una possibile semifinale e altri 15 da una possibile finale. Ai quali andrebbero aggiunti circa 10 milioni provenienti da incassi da botteghino (sommando le partite) e l'incremento del market pool. Insomma, Champions uguale 130 milioni. Motivo più che valido per doverci tornare ogni anno.