C'è tanta amarezza nelle parole di Stephan El Shaarawy dopo la sconfitta per 1-2 contro il Torino che ha determinato l'eliminazione della squadra dalla Coppa Italia. Ecco le sue dichiarazioni:

EL SHAARAWY IN ZONA MISTA

"La Roma ha giocato una buona partita, creando tanto, in alcune occasioni siamo stati davvero molto sfortunati, ma dal punto di vista del gioco abbiamo creato, solo che adesso la palla sta entrando con più difficoltà, per cui bisogna migliorare su questo. Dobbiamo essere più concreti. Turnover troppo massiccio? Nel corso della stagione il mister l'abbia fatto, ci sono stati giocatori che non hanno mai giocato insieme, ma comunque avevano già giocato partite importanti. Il turnover fa bene tutti, siamo stati solo poco concreti e un po' sfortunati, ma dal punto di vista della manovra abbiamo fatto quello che dovevamo fare, doveva solo entrare la palla. Influenzati dalla gara contro la Juventus? Non ha assolutamente influito, perché sapevamo quanto era importante questa partita e la Coppa Italia. Siamo entrati con l'atteggiamento e la mentalità giuste e abbiamo avuto parecchie occasioni. Non abbiamo paura di sbagliare, ma nella testa degli attaccanti quando non fai gol si entra in un giro strano, ma abbiamo davanti giocatori di grande qualità e sicuramente il gol di Schick gli farà bene e speriamo di fare gol nelle prossime partite. Ora dobbiamo concentrarci su due obiettivi importanti come campionato e Champions. C'è una classifica molto corta e un risultato positivo a Torino potrebbe darci grande forza".

EL SHAARAWY A ROMA TV

Su quel tiro questione di qualche centimetro...
Si, nelle ultime partite difficilmente la palla sta entrando. Abbiamo creato moltissimo, ma bisogna buttarla dentro, conta solo quello, dobbiamo essere concreti.

Sensazioni?
C'è tantissimo rammarico, era un obiettivo importante. Ci tenevamo, l'avevamo preparata bene ma siamo stati disattenti concedendo qualcosa. Dopo ce l'abbiamo messa tutta per ribaltarla, ma credo che l'atteggiamento ci sia stato.

Una sconfitta che può dare una spinta in più contro la Juve?
A Torino non avremo tutte queste occasioni, dobbiamo sfruttare le poche che avremo. Ci vorrà qualità e concretezza.

C'è il rischio di accusare il colpo?
La prestazione c'è stata, anche da parte di chi ha giocato meno. Per tanti era la prima volta insieme, e credo che ci sia stato un buon atteggiamento. Dobbiamo essere più forti della sfortuna e proiettarci subito sulla Juve. Ora ci concentriamo su campionato e Champions, fare risultato a Torino ci darebbe fiducia.

Sabato sarete subito aggressivi?
Si, secondo me dovremo giocare a viso aperto perché ci sono le possibilità per farlo. Dobbiamo prenderli alti ed essere aggressivi, andiamo lì per vincere, non per chiuderci. Proveremo a vincere la partita.