Il derby a distanza fra Sporting e Benfica non aiuta la Roma. I biancoverdi vengono inopinatamente battuti dal Maritimo al fotofinish e cedono la seconda piazza della Liga portoghese ai più blasonati cugini, lasciando inalterate seconda e terza fascia per la prossima Champions. Almeno per il momento. Perché diversi sono i verdetti ancora in ballo, a partire proprio da quello che riguarda il Benfica, che è sì qualificato, ma ai playoff. I rossi di Lisbona dovranno quindi passare il turno estivo per accedere alla fase ai gironi. Se così non fosse, farebbero scalare la Roma (che li segue a distanza) di una posizione.

Gradino che può essere risalito anche in altri modi. Fra le squadre che precedono la Roma c'è il Basilea, attualmente in seconda fascia ma che dovrà passare sotto le forche caudine dei preliminari, nel percorso delle cosiddette piazzate. Se gli svizzeri fossero eliminati insieme al Benfica, i giallorossi entrerebbero nella seconda fascia a prescindere dall'esito della finale di Champions fra Real Madrid e Liverpool. Con i blancos che già precedono tutti (sono primi nel ranking), ma che partirebbero dalla seconda urna in caso di sconfitta a Kiev. La prima è dedicata alle squadre campioni dei primi sette campionati della classifica Uefa, più la vincente della coppa dalle grandi orecchie. Che se prendesse la direzione di Anfield, permetterebbe ai Reds (attualmente appena alle spalle della Roma) di volare direttamente fra le prime otto. A quel punto l'unico percorso possibile per scalare posizioni sarebbe quello che passa dai turni estivi, con la doppia eliminazione di Benfica e Basilea. Per ora la Roma è lì, a un passo.