Un'incredibile truffa colpisce la Lazio. Come riporta il Tempo, un pirata informatico si è infiltrato nella rete dei rapporti commerciali tra i biancocelesti e il Feyenoord per l'acquisto del calciatore De Vrij, e ha dirottato ben due milioni di euro (l'ultimo bonifico per completare il pagamento del cartellino) su un altro conto bancario. A ricostruire la vicenda è stato un fascicolo di Edmundo De Gregorio (sostituto procuratore). Su questa truffa sta indagando a lungo la Polizia Postale. Si pensa che il truffatore potrebbe essere una talpa all'interno della società olandese, oppure un esterno che, inserendosi nella corrispondenza tra Lazio e Feyenoord, avrebbe modificato l'iban del conto corrente intestato allo stesso istituto di credito utilizzato precedentemente. È probabile che il responsabile (o i responsabili) possa essere a conoscenza di tutti i dettagli della trattativa, visto che avrebbe saputo sia l'esatta tempistica del pagamento dell'ultima rata, sia l'importo esatto. Adesso i biancocelesti non possono far altro che aspettare l'evolversi delle indagini e attendere il responso della rogatoria e quello del Centro di Eccellenza Arbitrale della Uefa a Nyon