Marco Astori, uno dei due fratelli maggiori di Davide, ha nominato un proprio perito per assistere all'autopsia sulla salma del capitano della Fiorentina. L'Ansa riporta le parole del legale incaricato dalla famiglia del calciatore: "Il senso della nostra presenza è avere un interlocutore che aiutasse la famiglia a capire cosa sta succedendo, a capire cosa è successo per elaborare il lutto", ha spiegato l'avvocato Virio Nuzzolese presente al conferimento dell'incarico per conto del legale della famiglia Astori, l'avvocato Francesco Zonca di Bergamo. "L'auspicio della famiglia è che venga archiviata l'inchiesta il prima possibile per una tragica fatalità, imprevedibile, inevitabile e ineluttabile". 

Negata invece alla Fiorentina la possibilità di poter partecipare, con la nomina di un consulente, all'autopsia sul corpo del calciatore. La procura ha respinto la richiesta, come confermato sempre all'Ansa dall'avvocato Raffaele Conte, nominato legale del club toscano, che questa mattina si è presentato con il medico legale Gloria Manetti in Procura per il conferimento dell'incarico: "Non lo abbiamo chiesto a tutela della Fiorentina. Lo abbiamo fatto perché tenevamo a partecipare per acclarare e sapere quali sono le cause della morte ritenevamo di poterlo fare quale persona offesa o danneggiata dal reato. La Procura ha ritenuto invece che siano persone offese solo i prossimi congiunti".