Il difensore della Roma Federico Fazio ha parlato dopo la gara contro il Sassuolo. Queste le sue parole: 

A ROMA TV

L'analisi della gara?

Oggi era una partita da chiudere prima, sapevamo che esisteva questo rischio. Ne abbiamo vinte tante così ma oggi non è andata bene, ora dobbiamo lavorare ancora meglio.

Cos'è successo sul gol subito?

Non ricordo bene, lo dobbiamo analizzare. Si deve continuare a lavorare, conosco i giocatori della squadra e so che tutti abbiamo voglia di fare. Si deve guardare in avanti per ribaltare questa situazione.

Hai chiuso da attaccante… 

Quando dobbiamo fare gol anche io vado in avanti. Adesso è finito il girone tranne la partita con la Sampdoria, si deve riprendere la situazione.

Dopo il Torino è venuto a mancare qualcosa? 

Ci sono tante analisi che si possono fare, ora bisogna solo essere reattivi e coscienti della situazione. Ci sono tante partite e quindi c'è la possibilità per sistemare tutto.

Adesso è più importante lavorare sul campo o sulla testa?  

C'è da farlo in tanti aspetti, dopo la sconfitta contro il Napoli eravamo a 15 punti, ora siamo alla stessa distanza con loro. Abbiamo preso qualche punto e dobbiamo prenderne ancora, si deve solo continuare a lavorare.

La squadra pensa con la testa giusta? 

Non ho mai parlato di scudetto, ma parlo solo partita dopo partita in tutte le competizioni. Ora abbiamo perso alcuni punti da non perdere, come contro Genoa e Chievo. Dopo questi risultati si deve guardare avanti ancora di più.

IN ZONA MISTA

Dicembre nero, la Roma fa fatica ad ingranare. Che cosa è successo dopo il derby?

Dopo il derby vinto ci siamo qualificati vincendo con il Qarabag quindi non abbiamo fatto male. Dobbiamo lavorare ancora di più.

C'è qualcosa da migliorare tatticamente?

Dobbiamo lavorare su tutti gli aspetti, l'importante è che mancano tante partite. Abbiamo la voglia di riprenderci questi punti che abbiamo perso, dobbiamo lavorare.

E' aumentata la distanza con il Napoli, come si può ridurla?

Dopo la sconfitta con il Napoli eravamo alla stessa distanza che abbiamo ora, noi eravamo a 15 e loro a 24. Siamo a 9 punti come lo eravamo a quel punto, poi li abbiamo recuperati. Mancano ancora tante partite, dobbiamo riprendere la situazione guardandone una alla volta. Contro Genoa e Chievo abbiamo perso dei punti che non dovevamo perdere, ma abbiamo fatto di tutto per vincere quelle partite. Dobbiamo essere positivi e lavorare.

E' più un problema fisico o mentale?

Dobbiamo pensare partita per partita, io conosco questa squadra, ogni giocatore ha voglia di lavorare e di riprendere questi punti persi.

Problema sulle palle alte?

E' colpa di tutti sia della difesa che dell'attacco. Dobbiamo pensare a lavorare e guardare avanti.