Così come non sarà una sfida come le altre per mister Di Francesco, altresì si potrebbe dire riferendosi a tanti tifosi della Roma. A distanza di oltre due anni infatti i giallorossi affronteranno il Sassuolo all'Olimpico circondati dall'affetto del settore guida del tifo giallorosso. Era il settembre del 2015 quando la Curva Sud iniziò la lunga, pacifica e silenziosa protesta contro le barriere. Una giornata caratterizzata da spalti vuoti in larga parte con una manifestazione ai piedi dell'Obelisco per ribadire la propria posizione in merito alla decisione di dividere in due il cuore pulsante del tifo. 36mila gli spettatori d'allora, al netto di diverse migliaia di abbonati che non utilizzarono il voucher stagionale, praticamente gli stessi previsti oggi pomeriggio. Roma-Sassuolo vedrà infatti oltre 35.000 romanisti spingere la formazione giallorossa alla vittoria per cercare di voltare pagina dopo le recenti, cocenti delusioni. E lo faranno con bandiere e cori, battimani e pacche sulle spalle augurandosi che il mancato rispetto del posto, prassi tornata come d'abitudine a caratterizzare il settore dai soli posti in piedi, non torni ad esser punto cruciale dell'attenzione mediatica e non. Nonostante l'assenza di promozioni e un orario per molti scomodo considerando il giorno lavorativo, la speranza delle ultime ore è quella di raggiungere o almeno sfiorare le 40mila unità. La vendita dei tagliandi infatti terminerà circa un'ora prima del fischio d'inizio del direttore di gara Orsato di Schio, consentendo così l'acquisto last minute per chi volesse salutare il 2017 in compagnia della Roma e dei romanisti. A disposizione restano ancora i tagliandi per i Distinti Sud Est, la Curva Nord e per le Tribune Tevere e Parterre e Monte Mario, con la Sud esaurita in fase d'abbonamento.

Un'affluenza in linea con il bilancio di questa prima parte di stagione stilato dall'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, che ha reso noto un incremento vicino al 16% degli spettatori dell'Olimpico giallorosso, con una media pari a quasi 38.000 spettatori a partita. E se la Roma chiuderà l'annata fra le mura amiche, altrettanto farà per inaugurare il 2018. Sabato 6 gennaio alle 18 infatti la sfida casalinga contro l'Atalanta segnerà l'inizio del girone di ritorno di Serie A, ma non solo. Oltre all'incontro con la formazione bergamasca sarà difatti l'ultima giornata disponibile per chi fosse interessato a sottoscrivere un abbonamento per le restanti partite che la Roma disputerà nell'impianto del Foro Italico. Infine, ma non per importanza, prosegue la fase di prelazione relativa alla gara di ritorno degli ottavi di Champions League con lo Shakhtar Donetsk, in programma il prossimo 13 marzo. La prevendita terminerà domenica 14 gennaio alle 20 e probabilmente in molti aspetteranno ancora qualche giorno prima di confermare la propria presenza. Priorità al Sassuolo e ad un Olimpico che ritrova i neroverdi tornando finalmente ad indossare i suoi colori più belli.