Non ditegli che non giocherà. Nel migliore dei casi, potrebbe rispondervi con brutte parole. Perché Radja Nainggolan non vuole neppure prendere in esame l'ipotesi che possa fare soltanto lo spettatore nel derby di sabato prossimo. Vuole esserci. In campo. A tutti i costi. Perché quando il gioco si fa duro, la cresta vuole rispondere presente. È vero, è reduce da un problema fisico che lo ha fermato nel corso di un allenamento con la sua nazionale che credeva di aver perso e invece aveva ritrovato un po' a sorpresa. È stato costretto a rinunciare alla prova d'appello che il suo ct Martinez gli aveva concesso, bontà sua, ora però non ha nessuna intenzione di dover dire no anche per la grande sfida dell'Olimpico che quest'anno metterà in gioco, se possibile, ancora di più di quello che già di suo rappresenta un derby.

Sta facendo di tutto e di più per esserci. Al punto che, con una battuta, a qualcuno ha pure confidato che sarebbe disposto ad andare in campo anche con una gamba sola. Questo non succederà perché poi alla fine la decisione spetterà soltanto a Di Francesco. Ma Radja vuole convincerlo. I progressi fisici sono quotidiani. La lesione all'adduttore sta progressivamente scomparendo, anche perché era di lievissima entità tanto è vero che qualcuno dice sia stato anche esagerato parlare di lesione. Ieri il programma di recupero è proseguito secondo la tabella prevista. Prima una sessione in palestra, poi di nuovo in campo per verificare le condizioni dell'adduttore. La risposta è stata positiva, migliore di quella del giorno precedente. E questo fa immaginare che, mancando ancora due giorni alla sfida di sabato, ci sia lo spazio perché il belga possa unirsi al gruppo al più tardi domani per partecipare all'allenamento di rifinitura.

L'ottimismo, insomma, cresce intorno alla disponibilità di Nainggolan per una sfida che ormai sente come un romano e romanista. Sa bene, però, il belga, che quello da convincere è Di Francesco. Che, inevitabilmente, non potrà non tenere conto del fatto che tre giorni dopo la Lazio, la sua Roma è attesa dalla trasferta di Champions sul campo dell'Atletico Madrid, una partita che potrebbe anche sancire la qualificazione dei giallorossi per gli ottavi di finale. Ma alla cresta più amata dal popolo giallorosso, in questo momento dell'Atletico Madrid interessa poco se non niente. Radja vuole esserci nel derby. Una partita che sa bene come possa orientare la stagione italiana della sua Roma. Una decisione sul suo utilizzo, da Trigoria fanno sapere che sarà presa più oggi che domani. Ma per prenderla non dovranno chiedere nulla a Radja. Perché la risposta sarebbe solo una: presente.