Campo spesso stregato, il "Franchi" di Firenze, per la Roma: dalla fine degli anni '60 alla fine degli '80, infatti, i giallorossi non sono mai riusciti ad andare oltre il pareggio in casa della Fiorentina. Molti i 2-2 maturati in Toscana, a testimonianza del fatto che le sfide tra le due squadre sono sempre state ricche di gol e all'insegna di un sostanziale equilibrio.

LA BOMBA DI MASSARO

Dopo numerose sconfitte al cospetto dei viola, il 29 gennaio 1989 i giallorossi si portano avanti di due gol nel primo tempo, ma nella ripresa vengono raggiunti da una doppietta del compianto Borgonovo. La rete del vantaggio, firmata da Massaro dopo 3', è un bolide dai 30 metri che sorprende il portiere fuori dai pali e si insacca sotto la traversa.

DOPPIETTA DI CAFU

Protagonista insolito in veste di bomber, Marcos Cafu rifila una doppietta alla Fiorentina del Trap il 3 ottobre 1999. I giallorossi si impongono per 3-1: la prima rete del terzino brasiliano è una gran botta da fuori che si infila proprio all'incrocio dei pali, imparabile per Toldo.

MONTELLA DECISIVO

La tormentata stagione 2004/05, in cui la Roma cambierà quattro allenatori, vede i giallorossi imporsi a Firenze per 2-1 il 23 gennaio 2005: in svantaggio a causa del gol di Maresca, la squadra di Delneri pareggia con Cassano e nella ripresa ottiene i tre punti grazie ad un'invenzione di Vincenzo Montella, che se ne va sulla linea di fondo e con un colpo da biliardo fa passare il pallone sotto le gambe di Lupatelli.

IL PALLONETTO DI MANCINI

La Roma guidata da Spalletti si fa rimontare due volte dai viola: il 26 settembre 2007 la sblocca Amantino Mancini, con un bellissimo tocco sotto, quasi un "cucchiaio", che beffa Frey e ci regala il momentaneo vantaggio.

LA CARICA DEI 201

Con Montella in panchina, Francesco Totti taglia il traguardo delle 200 reti in Serie A: lo fa il 20 marzo 2011 con un calcio di rigore, ma poco dopo sigla il gol numero 201 con un bellissimo diagonale a mezza altezza che fissa il punteggio sul 2-2.