L'assessore allo sport del Comune di Roma, Daniele Frongia, è tornato a parlare del piano di recupero di Campo Testaccio. Il rappresentante della giunta capitolina ha spiegato che, dopo la bonifica dalla vegetazione da poco terminata, è necessario attendere che vengano effettuati degli interventi di messa in sicurezza a carico del Comune prima che l'area torni fruibile. In seguito, verrà realizzato un progetto provvisorio aperto alla cittadinanza in attesa dell'assegnazione definitiva dell'area. Di seguito le sue parole.

"Sul progetto transitorio di Campo Testaccio stiamo lavorando da tempo come già annunciato più volte, non è però possibile parlarne fino a che l'area non sarà messa in sicurezza. Come avrete potuto vedere, infatti, dopo la bonifica sono ancora più visibili le buche che erano state fatte quando si era paventata l'assurda idea di trasformare lo storico campo dove giocò l'AS Roma in un parcheggio sotterraneo. Per poterne usufruire vanno ripianate almeno in parte le pendenze presenti: l'obiettivo che i nostri uffici stanno alacremente perseguendo è quindi quello di sistemare l'area in modo che possa essere agibile secondo gli standard di sicurezza. Auspichiamo di riuscire nell'intento nelle prossime settimane".