La giunta Raggi ha revocato il pubblico interesse sull'area di Tor di Valle, dove sarebbe dovuto sorgere lo Stadio della Roma. Come riporta Repubblica.it, l'amministrazione capitolina ha decretato l'ultimo atto del progetto presentato nel 2012 dall'allora presidente giallorosso James Pallotta e verrà ratificato dall'assemblea capitolina entro venti giorni. La sindaca ha dato seguito all'intenzione della nuova proprietà della Roma di non proseguire l'iter per la costruzione dell'impianto nell'area dell'ex ippodromo. La volontà dei Friedkin, comunque, è quella di dotare la squadra di un nuovo stadio: prosegue la ricerca dell'area da parte del club giallorosso.