Tutto in novanta minuti. La Roma Primavera di mister Alberto De Rossi è pronta a scendere in campo contro la Juventus nel ritorno dei quarti di finale dei playoff Scudetto. Si tratta di una sfida da dentro o fuori dopo l'1-1 dell'andata giocata al centro sportivo di Vinovo, gara caratterizzata dal rigore parato da Romagnoli – il secondo concesso ai bianconeri dopo quello realizzato da Olivieri – e soprattutto dalla rete a pochi minuti dal termine del possente centravanti Celar.

Si riparte quindi da un risultato favorevole ai giallorossi, complice il nuovo regolamento del campionato Primavera. Nel caso in cui fosse replicato il risultato di Torino, infatti, sarebbero i giovani romanisti ad aver la meglio forti di un miglior piazzamento nella regular season. Diverso ovviamente il discorso di pareggio con più reti (2-2, 3-3, 4-4): in questo caso passerebbe la Juventus per la regola che favorisce, in caso di nuova parità, la squadra che segna il maggior numero di reti in trasferta.
Calcoli ovviamente che non prenderanno posto nella testa di mister De Rossi né tantomeno in quelle dell'undici titolare: la Primavera giallorossa ha voglia di regalare una nuova soddisfazione ai tifosi che a partire dalle ore 17 prenderanno posto sugli spalti del "Tre Fontane" per spingere la squadra alla vittoria.

Roma che in questa stagione ha già ospitato la Juventus nella sfida di campionato dello scorso febbraio terminata 2-1, ovvero lo stesso risultato che consentì ai giallorossi di espugnare Vinovo nella partita d'andata della regular season. Una gara decisa nella ripresa dalle reti su rigore di Marcucci e dal gol vittoria di Keba Coly allo scadere, dopo il vantaggio dei bianconeri grazie ad Olivieri – medesimo marcatore della sfida d'andata dello scorso 26 maggio.

L' eventuale passaggio del turno ai danni della formazione allenata da Dal Canto, assicurerebbe ai giallorossi l'accesso alle Final Four per dar vita alla semifinale contro l'Inter – match in programma il 6 giugno al Mapei Stadium di Reggio Emilia (ore 20.45). Alla vigilia del decisivo incontro con la Juventus e al termine della rifinitura svolta sul manto del "Tre Fontane", il tecnico Alberto De Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni all'emittente televisiva della società. «La Juventus all'andata ci ha sorpresi sviluppando diversi contropiedi molto pericolosi - ha dichiarato il tecnico giallorosso - Abbiamo lavorato sodo in questi giorni per migliorare alcuni errori, speriamo di riuscirci. Questo è un momento importante per noi, sarebbe un grande traguardo raggiungere le Final Four. Passerà il turno la formazione che riuscirà ad essere più forte sotto l'aspetto mentale, ci faremo trovare pronti. Sono sicuro che il pubblico del Tre Fontane saprà aiutarci come già avvenuto in passato».
Rispetto per gli avversari e convinzione nei propri mezzi, Alberto De Rossi e i suoi ragazzi sono pronti alla sfida con i bianconeri e lo faranno con una rosa praticamente al completo. Nonostante il graduale rientro in gruppo dei giorni scorsi, infatti, l'esterno d'attacco Keba Coly non fa parte della lista dei 22 convocati. L'augurio è quello di poterlo rivedere in campo il prossimo 6 di giugno in quel di Reggio Emilia.

La Roma Primavera va a caccia dell'ennesimo accesso alle Final Four della sua storia, lo farà duellando con la Juventus e spinta dal sostegno di una tifoseria che non farà di certo mancare il suo appoggio. Quando i colori giallorossi incrociano quelli bianconeri, che sia Serie A quanto settore giovanile, c'è sempre un motivo in più per portare a casa una vittoria. Soprattutto se in ballo c'è una semifinale e la possibilità concreta di poter continuare la marcia verso un sogno chiamato tricolore. Lo Scudetto è un obiettivo che può essere centrato: la Primavera giallorossa è pronta per andare in semifinale.