Alberto De Rossi non si nasconde e dopo l'1-1 in casa del Cagliari punta il dito soprattutto contro l'atteggiamento del primo tempo della Roma. Ecco le dichiarazioni del tecnico della Primavera rilasciate a RomaTv.

"Nel primo tempo non siamo proprio scesi in campo, abbiamo fatto molto male nel palleggio. Non siamo riusciti a fare nemmeno il minimo, è un peccato perché non si può regalare un tempo agli avversari. Anzi siamo anche stati bravi a rimanere in partita per poi affrontare con un altro atteggiamento il secondo tempo".

In avanti è mancata qualcosa?
"Lavoriamo bene fuori dall'area, dentro ci manca il piglio giusto per fare gol. Forse qualche risultato negativo ce l'ha tolto. Siamo sempre molto pochi, lavoriamo bene ma poi non presidiamo l'area. La palla non può andare dentro da sola".

Il gol loro è arrivato solo su rigore…
"Ho qualche dubbio perché per me non abbiamo difeso benissimo. Avevano questi due attaccanti molto forti e il trequartista che pressavano centralmente, ma dico che possiamo fare molto meglio anche dietro. Il rigore non so se c'era, non mi interessa perché comunque sia dovevamo fare molto meglio. Adesso è un momento un po' così, dopo Plzen mi aspettavo qualcosa di più. una vittoria ci poteva riavvicinare alle squadre di testa, invece adesso ci tiene in mezzo alla classifica. Dobbiamo reagire. in campionato dobbiamo fare di più".

Cosa deve fare la Roma per tornare a vincere?
"E' chiaro che abbiamo difficoltà, quando mancano tanti giocatori non arrivano le risposte volute e non ci sono i ritmi. Non riusciamo ancora a riproporre certi meccanismi, bisogna allenarsi e stare insieme perché questa è una squadra che tra nazionali e cose varie si allena poco insieme. Questo periodo nasce dall'insieme di una serie di cose. Oggi nel secondo tempo la squadra ha reagito, non era facile. E' stato un bel secondo tempo, ma già mercoledì dobbiamo reagire perché ci teniamo al passaggio del turno in Coppa Italia".