Cargnelutti, capitano della Primavera nella partita di oggi, ha parlato a Roma TV, commentando la sconfitta dei giallorossi di Alberto De Rossi per 1-2 contro la Fiorentina. Queste le sue parole:

Una partita da dividere in due. Il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio.
"Sicuramente possiamo dividere la partita in due parti, nel primo tempo abbiamo subito l'avversario, siamo entrati poco concentrati. Abbiamo sbagliato troppi palloni, abbiamo sofferto la loro foga e la loro voglia di vincere".

Cosa è mancato nel primo tempo e cosa vi ha detto De Rossi all'intervallo?
"Sicuramente ci è mancato l'aspetto mentale. Siamo entrati un po' deconcentrati, e abbiamo sbagliato, come detto, parecchi palloni. Il mister ci ha detto di rientrare perché ovviamente c'era tutto il secondo tempo da giocare e potevamo fare bene, perché siamo un ottimo gruppo. Siamo rientrati bene, ma la fortuna ci ha dato solo un gol, che non è bastato".

In questo campionato, ogni gara è un'insidia.
"Sì, dopo questa riforma il campionato si è fatto molto più competitivo e bisogna fare molta più fatica per trovare i tre punti".

Deconcentrati perché la testa era al Real?
"Sì, forse... Cioè, io sono dell'opinione che si debba giocare partita dopo partita. Prima dovevamo pensare a questa partita contro la Fiorentina, e poi a quella contro il Real. Era una gara fondamentale per trovare i tre punti e tornare su in classifica".