Qui Trigoria

Si riempie lo stadio: 37 mila col Vitesse, derby sold-out. Riecco Kumbulla

Marash torna dall'inizio in Conference League: contro gli olandesi non ci saranno gli squalificati Mancini e Oliveira

, di Mancini

, di Mancini

16 Marzo 2022 - 07:00

Tocca di nuovo a lui. L'alternanza forzata fra squalificati nella linea difensiva rilancia Marash Kumbulla dal primo minuto nel match di ritorno di Conference League contro il Vitesse. A mancare questa volta sarà Mancini, proprio come accaduto domenica scorsa a Udine all'albanese. Entrambi fermati per un turno per somma di ammonizioni, uno in campionato, l'altro in Europa. A fare gli straordinari saranno dunque Smalling e Ibañez, ma è possibile che soltanto l'inglese (tenuto in panchina per 88 minuti in Olanda) sia chiamato poi a giocare la terza gara consecutiva nel giro di una settimana, quella in programma tre giorni dopo l'impegno europeo, contro i rivali di sempre.

Ci sarà tempo (anche se non moltissimo) per pensare al derby. Adesso è richiesta la massima concentrazione sull'impegno di domani sera che vale l'accesso ai quarti di finale della competizione continentale. In caso di qualificazione, per la Roma sarebbe la terza volta (due semifinali dal 2018) nel corso del quinquennio che il cammino internazionale si spinge così avanti. La cornice di pubblico sarà consona all'evento: al momento sono 37mila gli spettatori col biglietto già in tasca, ma non è escluso che nelle prossime ore si riesca a raggiungere la cifra tonda: soprattutto per le partite infrasettimanali, le impennate di vendita arrivano alla vigilia. Circostanza che non si potrà ripetere per la prossima sfida: la biglietteria della Roma ha già affisso il sold out per il derby.

A dirigere i giallorossi in Conference è stato designato il signor Radu Petrescu, a capo di una quaterna arbitrale tutta rumena (con lui ci saranno gli assistenti Ghinguleac e Marica, e il quarto uomo Birsan). E a fare particolare attenzione dovrà essere proprio il rientrante Kumbulla, sul quale pende la diffida già dal turno d'andata. Nella partita disputata ad Arnhem però oltre a Mancini, è stato sanzionato anche Oliveira (il portoghese addirittura col rosso) che dunque non potrà far parte dei convocati. Con la difesa obbligata e l'attacco affidato agli inamovibili Abraham e Zaniolo, è proprio il centrocampo il reparto dove si annidano i maggiori dubbi di formazione. A Udine è mancato Mkhitaryan (anche lui squalificato in A nell'ultima giornata) e la sua assenza si è sentita. Una maglia da titolare sarà sua, l'altra andrà sulle spalle di Pellegrini, mentre Cristante e Veretout si contendono la terza. A destra la scelta dovrebbe cadere su Karsdorp, sulla corsia opposta sembra una corsa a tre fra El Shaarawy, Zalewski e Viña, con il primo che appare favorito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA