L'attesa, il ritiro, le dichiarazioni, la presentazione e le amichevoli: da oggi è tutto alle spalle, oggi  comincia il campionato. Questo pomeriggio alle 15 la Roma Femminile farà il suo esordio in Serie A al Comunale San Polo d'Enza di Sassuolo. «Dobbiamo onorare l'impegno», ha dichiarato l'allenatrice Bavagnoli alla vigilia: la sua squadra potrà farlo con l'organico al completo, eccezion fatta per le attaccanti Carter e Zecca e per la centrocampista Simonetti, squalificata. Per sostituire la numero 7, titolare nel Trofeo Luisa Petrucci, la soluzione più plausibile dovrebbe essere Giada Greggi. Proprio la classe 2000 ha parlato a Roma Tv: «Il Sassuolo è un avversario tosto, ma noi siamo cariche e non vediamo l'ora di cominciare».

Con questa mentalità, le giallorosse si apprestano a scendere in campo con il 4-3-3 collaudato nel corso dell'estate. Le scelte di Bavagnoli dovrebbero essere vicine a quelle fatte per la partita contro la Florentia, l'unico ballottaggio è quello che determinerà quale sia la punta centrale. Fino alla rifinitura di ieri mattina, l'allenatrice ha alternato Luisa Pugnali, classe ‘94 ex Grifo Perugia, e Martina Piemonte, numero 18 con tanta esperienza in Nazionale.

Nel tardo pomeriggio di ieri, la Roma ha inaugurato i propri profili ufficiale Twitter dedicato alla squadra femminile in italiano e in inglese, annunciando che questo storico esordio in Serie A sarà trasmesso integralmente sulla piattaforma social, oltre che su Roma Tv. Un debutto che segna l'inizio di un cammino importante che terminerà ad aprile, il primo capitolo di un campionato che è stato vicino al non partire per niente. Ora, una volta terminata la disputa tra Figc e Lnd (a favore della prima), la Serie A femminile è finalmente realtà. Per Betty Bavagnoli e le sue ragazze è il momento di fare sul serio.