Il portiere della Roma Femminile Rosalia Pipitone ha partecipato a Women's Weekly, l'approfondimento sulla squadra di Betty Bavagnoli realizzato da Roma Tv. L'intervista integrale sarà trasmessa alle 19.30, ecco un estratto.

Com'era considerato il calcio femminile?
"Il nostro era considerato un hobby, non considerato uno sport addirittura. Io che vengo dalla Sicilia, veniva descritto come un passatempo, come se giocassi a pallavolo con gli amici. L'impegno tra noi ragazze non è mai mancato, abbiamo sempre rispettato la disciplina che serve nello sport, ma mai nessuna ce lo ha riconosciuto".

Il professionismo?
"Il professionismo per noi rappresenterebbe il giusto riconoscimento a questo mondo, a chi ha lottato per anni per ottenere un minimo di diritto nel poter praticare questo sport tranquillamente. Sarebbe una realizzazione di un sogno di tante veterane e soprattutto la possibilità di tutelare e far realizzare tantissimi sogni a tante bambine".