Dopo la vittoria della Roma Femminile per 2-1 contro l'Empoli a Monteboro, l'allenatrice Betty Bavagnoli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Roma Tv. Insieme all'allenatrice delle giallorosse ha parlato anche Camelia Ceasar. Queste le loro parole.

Bavagnoli

"Vittoria importantissima su un campo davvero difficile, credo che l'Empoli abbia dimostrato la sua grande forza. Credo che sia una delle squadre che gioca meglio nel campionato e non faccio fatica a dirlo. Gli faccio i complimenti perché ha fatto davvero una grande partita. Faccio tantissimi complimenti anche alle mie ragazze, sono orgogliosa di quel che hanno fatto perché non era per niente facile. Sono tre punti importantissimi. La partita non l'abbiamo sofferta in maniera clamorosa e abbiamo gestito dall'inizio della gara. Potevamo trovare il doppio vantaggio e non ci siamo riuscite con il rigore sbagliato ma la cosa che mi è piaciuta tanto è questa forza di non perdere mai la fiducia e la voglia di riconquistare un risultato e di recuperarlo. Forse abbiamo anche noi regalato un gol all'avversario perché siamo state troppo leggere però poi non abbiamo mollato e ci abbiamo creduto. Per questo sono molto fiera di questa reazione delle mie ragazze. Questa prestazione e questo risultato ci da morale e coraggio, ci permette di continuare a crescere nel nostro percorso. Il campionato ancora non è finito e lo dimostriamo con gare come quelle di oggi e come lo dimostrano anche le altre squadre. Sarà un febbraio molto interessante, magari sperando che qualcuno davanti a noi possa perdere qualche punto, noi però non dobbiamo pensare agli altri ma dobbiamo cercare di vincere e di migliorare sempre".

Ceasar

"Appena è iniziata la partita ci siamo rese conto che sarebbe stata una partita complicata. Era difficile giocare su questo campo e l'Empoli è una squadra molto preparata, gioca bene e sono molto cattive quindi abbiamo fatto fatica. Noi siamo state comunque molto brave a non mollare nonostante il pareggio e alla fine abbiamo trovato il gol. Per noi in ogni partita è importante portare i tre punti a casa, sappiamo che comunque dipendiamo anche dagli altri risultati ma cerchiamo di guardare prima a noi stesse e poi faremo i conti alla fine. Sono contenta per le 100 presenze ma ancora di più per i tre punti. Andressa ha sbagliato il rigore ma non importa perché ha giocato una partita strepitosa e quindi non è il rigore di certo a segnare la sua prestazione".