La Nazionale femminile è tornata questa sera a Roma dopo l'avventura al Mondiale di Francia. A Fiumicino, l'esterno della Roma Annamaria Serturini ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport. Ecco le sue parole.

"Intanto voglio ringraziare tutti per i complimenti. Abbiamo fato qualcosa di straordinario e abbiamo scritto la storia anche solo per per il fatto di aver fatto appassionare tanti tifosi come abbiamo fatto. Abbiamo vissuto una grande emozione e questo non è un punto d'arrivo ma è un punto di partenza per il calcio femminile italiano".

Quanto potrà crescere il movimento? Arriverà anche il professionismo?
"Sicuramente dopo il grande risultato che abbiamo ottenuto il professionismo arriverà a breve. Già con l'avvento con le società maschili si sta assaporando cosa significhi vivere di calcio ed è una grande emozione".

Ai microfoni di Sky Sport, è intervenuta invece Elisa Bartoli, capitano della Roma Femminile. Ecco quanto ha dichiarato

"Di questo Mondiale mi ha emozionato tutto, le partite, i tifosi, il pubblico. Non ci aspettavamo tutto questo entusiasmo, è stato tutto un sogno".

Sull'accoglienza dei tifosi in aeroporto
"Non me la aspettavo, ero convinta di scendere dall'aereo e tornare a casa (ride, ndr). Siamo molto felici"

Sull'operato della CT Bertolini.
"Abbiamo giocato insieme, è stato un gruppo forte e unito. Questa è stata la vera forza dell'Italia. Ora cercheremo di fare del nostro meglio, di coinvolgere sempre più persone e di far crescere il movimento. Questo è il nostro sogno, speriamo di riuscirci".

Sul professionismo
"Arrivare tra le prime otto al mondo è stato un grande step, speriamo che questo dia all'Italia la voglia di entrare nel professionismo".

La prossima stagione per la Roma.
"Vogliamo migliorare il nostro posizionamento e dare fastidio alle squadre più in alto in classifica"-