Angelica Soffia è il terzino destro titolare della Roma Femminile. La numero 4 giallorossa sta guadagnando sempre più credibilità anche in Nazionale, visto il ruolo di capitano che riveste nell'Under 19. Autrice di un assist nella vittoria per 7-1 contro il Chievo, ha parlato oggi a Radio 2. Ecco le sue dichiarazioni:

"Capitano dell'U19 azzurra? Cerco di capire quali sono le cose più giuste da fare per tutto il gruppo. Non ho iniziato a giocare a calcio da piccola perché a mia mamma non è mai piaciuto che giocassi a calcio e infatti ho iniziato con la danza classica; poi ha capito che il calcio era la mia passione. A 12 anni quando mi ha visto in campo con i maschi si è convinta definitivamente. Vengo da una famiglia di sportivi, quindi lo sport ha sempre fatto parte della mia vita. Il calcio femminile sta crescendo, soprattutto sui social. Quest'anno anche Sky trasmette qualche partita ma in generale vedo che la gente si appassiona sempre di più; dal punto di vista economico c'è ancora tanta differenza tra il calcio maschile e quello femminile ma da noi c'è più passione. I miei miti? Il nostro capitano Elisa Bartoli, un punto di riferimento dentro e fuori dal campo, ed Alia Guagni della Fiorentina".