Flaminia Simonetti, centrocampista della Roma femminile, ha parlato ai microfoni di Roma TV

Flaminia, sei stata decisiva in una posizione che non è proprio la tua. 
"Sì, è vero, sono entrata nel secodno tempo nonostante un problemino al ginocchio che mi ha tenuto fuori questi giorni. Il mister mi ha chiesto se volevo giocare e mi sono resa disponibile. Mancava poco tempo, ho cercato di dare il massimo e sono stata ripagata".

L'allenatrice ti ha chiesto di giocare in attacco, mentre tu sei una centrocampista. Ma hai il piede per farlo. 
"Ero in una posizione non mia. Lei mi ha chiesto se mi potevo trovare bene in quella posizione. Io spesso in attacco mi ci ritrovo, non conosco bene i movimenti ma vado dove sta il pallone. Dovevamo pareggiare a tutti i costi, quindi uno si adatta". 

Un risultato ingiusto?
"Due gol di scarto erano tanti, non li meritavamo. Se fosse finita 2-0 non ce lo saremmo meritate. Abbiamo giocato quasi tutto il tempo noi, ma dobbiamo essere più ciniche sotto porta. Creiamo molto ma non la buttiamo dentro. Il pareggio ci sta stretto. Dobbiamo fare tesoro dei nostri errori".

Adesso subito una partita contro l'Orobica, sabato. 
"Sì, abbiamo due giorni per recuperare e rimetterci in forma. Sabato cercheremo di fare assolutamente i tre punti perché ci servono. Ce la metteremo tutta".