Alla vigilia di Inter-Roma, Paulo Fonseca ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

Darboe e Zalewski sono pronti per rimanere in rosa?
"Sono pronti per stare qui con noi e giocare in questo momento, hanno qualità. Sul futuro non lo so, quello che posso dire è che sono soddisfatto di loro"

Ha chiesto il riscatto di Mayoral?
"Non sarò l'allenatore della Roma il prossimo anno. Borja è giovane, non è facile per un giocatore fare 17 gol e tanti assist. Sta facendo bene ma è una decisione per la società e per il nuovo allenatore".

Non siete riusciti a migliorare la passata stagione, è stata solo colpa degli infortuni?
"Il bilancio lo faremo alla fine della stagione. Siamo arrivati in semifinale di Europa League e abbiamo avuto tanti problemi, ma il tempo di fare i bilanci è alla fine".

Perché è tornato solo adesso al 4-2-3-1, modulo che ha usato spesso in carriera?
"Mi piace questo modulo. Non abbiamo cambiato perché fino a marzo la squadra stava bene, poi sono arrivati degli infortuni e non abbiamo potuto cambiare".

Mancini a centrocampo o un mediano in un centrocampo a tre può essere una soluzione?
"Vediamo che succede nelle prossime partite. Voglio continuare con il centrocampo a tre, posso dire che Mancini domani giocherà difensore centrale".

Pellegrini ha affermato che la Roma ha staccato la spina inconsciamente in campionato.
"Non è stata una cosa volontaria. Arrivare a una semifinale è importante e credo che la squadra abbia incosciamente pensato più all'Europa League".

 Nel calcio porta frutti avere eleganza?
"Io sono così, non posso dire di più".

Che Inter si aspetta?
"Sono una grandissima squadra, devo fargli i complimenti per il titolo. In questo momento sono senza pressione, possono essere pericolosi con i giocatori della loro qualità. In ogni momento abbiamo visto una squadra forte, sarà forte anche domani. Mi aspetto una partita difficile".

Quanti giocatori recupera?
"El Shaarawy, Perez e Villar".