Il tecnico della Roma Paulo Fonseca, alla vigilia di Roma-Torino, ha risposto alle domande di giornalisti in conferenza stampa. Queste le sue parole:

Il precedente dell'anno scorso è un indice di pericolosità del Torino? Che idea si è fatto del loro momento?
"La partita di 11 mesi fa non è importante, è importante adesso, la qualità del Torino. Il Torino è una squadra forte, la classifica non dimostra la qualità della squadra. La squadra è organizzata, vuole sempre giocare e avere la palla. È importante capire che il Torino è un avversario forte, dobbiamo fare il meglio per vincere la partita".

Le defezioni in difesa?
"Kumbulla sta bene, non ha lesioni, Mancini è pronto per giocare come Smalling. Vediamo domani chi giocherà".

Lukaku ha detto di essere tra i 5 migliori al mondo. Dzeko rientra tra questi?
"Non sono d'accordo con Lukaku, per me i migliori sono Dzeko e Mayoral. E il terzo è Mkhitaryan".

Cosa chiede ai suoi per mantenere questo stato di forma?
"Ambizione. Ambizione in ogni partita, per noi i numeri non contano, è importante la prossima partita col Torino, una partita difficile. Dobbiamo mantenere la nostra ambizione, sempre".

Ha modificato qualcosa nella preparazione?
"Difficile cambiare la preparazione quando non abbiamo tempo, giochiamo tre partite a settimana. È normale che ora la squadra stia meglio, stiamo da più tempo insieme e i risultati portano ottimismo. Cambiare la preparazione ora è difficile".

È più difficile vincere col Torino che col Bologna?
"Sono tutte pericolose le partite in Italia, contro ogni avversario. Io pensavo che fosse difficile vincere a Bologna, ed è difficile vincere col Torino".

Riguardo a Cristante? Un'opinione sulla disparità di trattamento delle sanzioni con la Roma?
"Per me questo è un discorso chiuso".

Come migliorare la squadra a gennaio?
"Sto pensando solo al Torino, avremo tempo di pensare come migliorare la squadra a gennaio".

Karsdorp è la sua grande scommessa vinta?
"Dobbiamo avere attenzione con la situazione di Karsdorp ora, sta tornando a giocare con regolarità, fa le partite con intensità grande, ma dobbiamo stare attenti quando abbiamo tre partite a settimana. Ora è difficile per lui giocare tre partite".

Cambierà molto anche tra tre partite di campionato?
"Non voglio cambiare molto. Ma abbiamo la situazione di Karsdorp e Cristante, cambieremo due o tre giocatori. Non capisco perché la Roma è l'unica squadra che gioca giovedì a meno di 72 ore dalla prossima sfida, mentre tutti giocano oggi. Dobbiamo stare attenti nella prossima partita e cambieremo due o tre giocatori".

Che rischi vede per domani?
"Non possiamo guardare solo la classifica, ho visto quasi tutte le partite del Torino. Sono stati vicini a vincere anche con grandi squadre".

Come sta Mirante? Gioca Lopez?
"Antonio sta meglio ma giocherà Pau".