Alla vigilia della sfida inaugurale allo stadio Olimpico che vedrà la Roma sfidare la Juventus alle 20.45, il tecnico giallorosso Paulo Fonseca ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa. Ecco le sue parole

Roma-Juve è la partita che Dzeko poteva giocare con i bianconeri, poi è sfumato in extremis. Ha parlato con Edin? E' motivato?
"Sì, ci ho parlato diverse volte. E' molto motivato, si è allenato bene in questi giorni e domani giocherà".

Kumbulla come sta? Contro la Juve può giocare? Sarà difesa a 3?
"Se non succede niente fino alla partita la formazione sarà: Mirante, Santon, Mancini, Ibanez, Kumbulla, Spinazzola, Veretout, Pellegrini, Mkhitaryan, Pedro e Dzeko".

Dzeko si è rifiutato di entrare contro il Verona?
"No"

Mkhitaryan da falso nove può essere una soluzione per il futuro?
"Mi è piaciuto contro il Verona ma quando abbiamo un attaccante come Dzeko non ha senso usare Micki. Può succedere se abbiamo bisogno, ma l'attaccante è Edin"

L'anno scorso era anno zero. Quest'anno?
"Siamo meglio. La prima parte del primo anno è come la prima partita di questa stagione. Ora la squadra sta meglio, è questo l'importante".

Quanti giocatori mancano sul mercato?
"Sono concentrato sulla partita, non parlo di mercato"

A che punto è la trattativa Smalling?
"A 24 ore dalla Juve sono focalizzato solo sulla partita, che è difficile e importante. Abbiamo lavorato molto per questa partita, ho fiducia nei giocatori che scenderanno in campo domani".

Ha parlato con Friedkin? Quali sono gli obiettivi stagionali?
"Ci parlo tutti i giorni da quando sono arrivati, lavoriamo per una squadra più forte. L'obiettivo è migliorare la scorsa stagione".

Come stanno Peres e Karsdorp?
"Bruno ha lavorato solo da questa settimana con noi, non è pronto. Rick non è pronto, ha fatto individuale ieri".

Come scenderete in campo?
"Non vogliamo modificare la nostra identità, vogliamo pressare alto ma essere equilibrati. Loro sono forti, quando avremo possibilità di pressare alto lo faremo, se escono dalla pressione dobbiamo essere compatti".

Cosa cambia a centrocampo con Pellegrini accanto a Veretout?
"Con lui possiamo uscire più velocemente e avere un uomo in più vicino ai tre attaccanti".

Che ne pensa di Pirlo?
"E' un allenatore giovane ma dal futuro assicurato. Ho visto la prima partita, sono una squadra dinamica con tanti movimenti. E' una squadra che pressa alto specialmente sulle corsie, ho visto una squadra dinamica".